Casimiro III il Grande

Immagine-Casimiro III il Grande di Polonia.

Casimiro III il Grande, b 30 aprile 1310, d 5 novembre 1370. Re polacco dal 1333, ultimo della dinastia Piast. Casimiro iniziò l’espansione della Polonia in territorio ucraino (Chervona Rus’). Dopo aver fatto la pace sul suo confine occidentale con la Boemia e i Cavalieri Teutonici, Casimiro ottenne il sostegno dell’Ungheria e la neutralità dei Tartari. Nel 1340, dopo la morte del principe Yurii II Boleslav, Casimiro invase la Galizia, prendendo Leopoli e distruggendo le sue fortificazioni. Fu respinto dai boiardi sotto la guida di Dmytro Dedko, ma, alla morte di Dedko nel 1349, Casimiro si impadronì della Galizia e della Volinia occidentale, consolidando il suo dominio nelle guerre contro il principe lituano Liubartas. Casimiro distribuì proprietà e privilegi in Galizia ai magnati polacchi, fornì incentivi ai mercanti polacchi e ai coloni tedeschi e concesse alle città e ai paesi-in particolare a Leopoli-l’autogoverno sul modello tedesco. Sostenne gli ordini missionari cattolici, in particolare i francescani e i domenicani, anche se non perseguitò gli ortodossi e accettò di reintegrare la metropolia di Halych.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.