Come scegliere la carta di credito giusta per il vostro no-profit

Gestire il flusso di cassa per il vostro no-profit e costruire credito utilizzando questo prezioso strumento saggiamente

Quando si tratta di fare acquisti o pagare i fornitori, un no-profit è come qualsiasi altra attività, e una carta di credito è uno strumento prezioso che rende la gestione È anche un modo intelligente per costruire credito. Così, come si fa a scegliere la carta giusta per il vostro no-profit?

Alcune società di carte di credito e banche offrono carte specificamente progettate per il non profit. Una risorsa eccellente carta di credito per organizzazioni non profit è Charity Charge, uno dei pochi programma di carta di credito per organizzazioni non profit che non richiede garanzie personali, senza tasse annuali o
controllo del credito personale (che marca le tue carte, pure). Charity Charge consente inoltre ai tuoi sostenitori di utilizzare la propria carta Mastercard Charity Charge per fornire contributi automatici in contanti deducibili dalle tasse alla tua organizzazione no-profit.

Alcune organizzazioni non profit utilizzano schede progettate per scopi di lucro. Sempre più spesso, questa non è la scelta migliore, in quanto l’E. D. o un membro del consiglio di solito deve garantire personalmente queste carte. Tuttavia, se la tua no-profit sceglie questa opzione, cerca le carte progettate per le organizzazioni della tua dimensione – una carta di credito per piccole imprese per una piccola no-profit e così via — e con le caratteristiche che ti interessano, come ad esempio:

  • Nessun canone annuo
  • Un basso APR e/o tariffa di lancio
  • Online strumenti di monitoraggio
  • Carte per dipendenti
  • Premi in forma di denaro contante indietro sul business delle relative spese, miglia aeree, punti che possono essere donati per il tuo senza scopo di lucro o qualcos’altro di valore per l’organizzazione

Costruire un business forte storia di credito

a Seconda del tuo senza scopo di lucro, come l’età e la storia di credito, avrete bisogno di buona ad eccellente di credito a qualificarsi per la maggior parte delle schede. Se sei un non-profit più recente, potrebbe essere necessario fare affidamento sul punteggio di credito del vostro direttore esecutivo o presidente del consiglio di qualificarsi. Se ciò accade, è probabile che il nome di quell’individuo appaia sulla carta invece del nome del tuo no-profit, almeno fino a quando il tuo no-profit non stabilisce una cronologia di pagamento forte. Tale individuo sarà anche personalmente responsabile per la carta di credito, anche se il no-profit è una persona giuridica separata.

Come tale, le organizzazioni non profit dovrebbero sforzarsi di stabilire una storia di credito separata da qualsiasi membro esecutivo o del consiglio. Una volta che la tua organizzazione ha un numero di identificazione fiscale federale e conti bancari aziendali nel suo nome, le agenzie di credito aziendale — Equifax, Experian e Dun & Bradstreet — iniziano a generare punteggi di credito aziendale basati su obblighi di credito, documenti legali e informazioni di base aziendali. I punteggi vanno da zero a 100. Come con il credito personale, più alto è il punteggio, minore è il rischio la vostra organizzazione pone.

La maggior parte delle società di carte richiede sia un controllo del credito personale che aziendale per qualificarsi per una carta di credito aziendale. Ma se si vuole costruire credito aziendale, essere sicuri che la banca riporta le informazioni della carta per le agenzie di credito aziendale, non le agenzie di credito personali.

Per contribuire a garantire che si sta costruendo forte credito aziendale:

  • Sempre fare pagamenti in tempo,
  • Mantenere saldi bassa e cercare di pagare l’intero importo, se possibile
  • non aprire più carte di credito inutilmente

Formale linee guida per aiutarti a proteggere il tuo stato di deducibilità fiscale

Perché 501(c)(3)godere dell’esenzione fiscale, è necessario essere consapevoli dei tipi di acquisti effettuati con la tua carta di credito senza scopo di lucro. Usarlo per le spese personali potrebbe compromettere il vostro stato, in modo da monitorare la spesa con attenzione.

Dato questo, il consiglio di amministrazione dovrebbe stabilire politiche chiare per l’uso della carta di credito, tra cui:

  • Che l’organizzazione può ottenere una carta di credito e per quale scopo
  • i limiti di Spesa per ogni titolare della carta
  • di Qualificazione di spese di
  • Spese e/o gli importi che richiedono la pre-autorizzazione
  • Procedure per l’approvazione delle spese
  • Documentazione per la presentazione delle spese, vale a dire, le ricevute dettagliate
  • Sanzioni per uso improprio, tra cui la revoca della carta di privilegi

Minimizzando il rischio

Come ogni altra organizzazione, organizzazioni non-profit hanno bisogno di ridurre al minimo le possibilità di frodi e le carte di credito rappresentano un rischio definito. Come tale, incoraggiare coloro che utilizzano la carta di credito del senza scopo di lucro per incorporare alcune pratiche nella loro routine quotidiana. Questi includono:

  • Non dare il numero di conto per i chiamanti a meno che non sai che sono affidabili
  • Mai la firma di un carico vuoto
  • Salvare le ricevute per confrontare con la dichiarazione mensile
  • Segnalazione di eventuali discutibile oneri o di smarrimento o di furto della carta prontamente

Inoltre, stabilire una chiara catena di comando per la revisione della carta di credito e affrontare le discrepanze. I supervisori dovrebbero rivedere gli acquisti dei dipendenti e la leadership esecutiva dovrebbe rivedere quelli dei membri del consiglio. Infine, qualcuno in una posizione di autorità finanziaria dovrebbe conciliare estratti conto della carta di credito contro i tuoi libri su base mensile per garantire che tutti i record sono d’accordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.