Ingeoexpert EN

Il periodo cretaceo è il terzo e ultimo periodo geologico dell’era mesozoica. È diviso come: Cretaceo superiore e Cretaceo inferiore. Iniziò dopo il periodo giurassico e durò 79 milioni di anni, durante i quali il 70% delle specie esistenti e praticamente tutti i dinosauri furono estinti.

Il clou del Cretaceo inferiore fu la rottura del supercontinente Pangea e Gondwana in due, dando così luogo a ciò che oggi conosciamo come Sud America, Africa, Australia, subcontinente indiano, isola del Madagascar e Antartide.

Questo periodo è caratterizzato da un clima caldo, che ha causato l’innalzamento del livello del mare e ha portato alla formazione di mari interni. Sono emerse nuove specie di fauna e flora.

L’estinzione dei dinosauri potrebbe essere avvenuta a causa di un asteroide largo 12 km che si schianta nella penisola dello Yucatán. Questa collisione ha lasciato un cratere largo 180 km ed è una delle teorie di ciò che è accaduto.

Cretaceo inferiore

Il periodo cretaceo inferiore iniziò 145 milioni di anni fa e terminò 100,5 milioni di anni fa. È caratterizzato da una grande diversità di flora e fauna. I primi uccelli e le prime piante con fiori sono noti per essere apparsi durante questo periodo. Tuttavia, come abbiamo detto prima, il fatto più importante di questo periodo è stata la rottura di Pangea.

Cretaceo superiore

Il Cretaceo superiore iniziò 100,5 milioni di anni fa e terminò 66 milioni di anni fa. Durante questo periodo, sempre più uccelli e mammiferi hanno iniziato a svilupparsi. Nonostante un sacco di dibattito scientifico sul come e perché, ci sembra di avere un quadro chiaro di quello che è successo. Tutti i dinosauri del Cretaceo e dei periodi precedenti furono estinti. Alcune delle teorie più affidabili parlano della caduta di un asteroide o di un forte cambiamento di temperatura.

Dinosauri del Cretaceo

Prima che metà della vita sulla terra fosse cancellata, tutto nel Cretaceo era una continuazione della vita iniziata nel Giurassico. Sauropodi giganti, rettili marini, pterosauri e uccelli con piume. Tuttavia, il tempo è cambiato drasticamente dopo la rottura del supercontinente e, quindi, le temperature più basse erano predominanti. Questa alterazione ha spostato le relazioni di potere e dominanza tra le specie.

Tutto ciò che sappiamo di queste creature è a causa dei fossili fondati sotto il suolo e in tutto il mondo. Questo è ciò che ha permesso la ricostruzione e lo studio di queste creature nel presente. Ad esempio, sappiamo che alcuni dinosauri erano carnivori a causa dei loro lunghi denti affilati e artigli intimidatori. Dall’altro lato, sappiamo che gli erbivori erano di solito grandi.

Tuttavia, il modo corretto di differenziarli è in base alla proiezione dell’anca: o Saurischia o Ornithischia.

Fauna terrestre

Per discutere della fauna terrestre, dobbiamo prendere in considerazione il processo evolutivo che è venuto dopo la radiazione adattativa. Questo fenomeno acreased la violazione tra le specie in modo significativo. Nel tardo Cretaceo, l’Ankylosaurus iniziò a diversificare e in seguito fu imparentato con gli Stegosauri. Di solito avevano dimensioni considerevoli e potevano pesare fino a sei tonnellate.

Si potevano trovare anche carnivori come il Carnotaurus e lo Spinosaurus, accanto a teropodi predatori come Velociraptor, Deinonychus, Oviraptor, Gallimimus o Avimimus. Questi ultimi erano caratterizzati dall’avere piume o proto-piume ed essere più piccoli. Gli uccelli erano gli unici dinosauri sopravvissuti alla fine del Cretaceo.

Fauna aerea

Gli Pterosauri furono i primi vertebrati a volare. Anche prima degli uccelli. Avevano un’apertura alare che poteva raggiungere i 12 metri di lunghezza, essendo la più lunga mai conosciuta fino alla comparsa del Quetzalcoatlus

Fauna marina

I dinosauri marini che vivevano nel Cretaceo erano animali di grandi dimensioni, che raggiungevano in media tra i 12 e i 17 metri di lunghezza. I mosasauri e gli Elasmosauridi sono gli esempi più comuni dell’epoca, entrambi con colli sorprendentemente lunghi.

I mosasauri erano rettili con pinne, quindi si adattarono alla vita marina. Tuttavia, sono considerati famiglia di serpenti di oggi. Nel periodo cretaceo superiore i Mosasauri erano i predatori più pericolosi nonostante non avessero sviluppato la vista e l’olfatto. Si nutrivano di animali marini e persino di alcune delle loro specie.

Gli uccelli erano gli unici dinosauri sopravvissuti al periodo cretaceo. Secondo “Current Biology”, gli uccelli che hanno resistito erano quelli che vivevano sul terreno, dato chedopo che l’asteroide ha colpito la Terra, tutte le foreste sono scomparse.

Galleria di immagini dei dinosauri del Cretaceo

Tutto quello che sappiamo di queste creature è a causa dei fossili trovati sotto il suolo e in tutto il mondo. Grazie a queste scoperte possiamo oggi sapere cosa mangiarono, la loro morfologia ed evoluzione. Possiamo persino vedere ricostruzioni di vita reale nei musei.

Qui puoi accedere a una galleria fotografica dei dinosauri del periodo Cretaceo dal National Geographic, in modo da poter vedere graficamente come era la vita in quel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.