Perché la stagione influenzale di quest’anno è così brutta?

La stagione influenzale di quest’anno è stata brutta e inesorabile e, sfortunatamente, sta crescendo fino a essere la peggiore in quasi un decennio. Il sistema immunitario è stato teso, i pronto soccorso sono bloccati e la medicina per la tosse e il Kleenex stanno volando via dagli scaffali.

L’epidemia mortale ha causato la morte di 37 bambini e migliaia di adulti in questa stagione – il risultato di diversi ceppi di influenza, secondo i Centers for Disease Control and Prevention. E ci sono ancora alcune settimane da sopportare. ASU Ora ha parlato con Matthew Scotch, professore associato di informatica biomedica nel College of Health Solutions, per scoprire perché questa è la peggiore stagione influenzale da anni e come le persone possono proteggersi.

Uomo con cappuccio blu

Matthew Scotch

Domanda: Perché la stagione influenzale di quest’anno colpisce le persone più duramente rispetto agli anni passati?

Risposta: Ci sono due tipi di virus che causano l’influenza stagionale: l’influenza A e l’influenza B. L’influenza A ha due sottotipi stagionali: H3N2 e H1N1 (la forma del virus che ha causato l’epidemia nel 2009). Quest’anno, in particolare, c’è stata una dominanza dell’influenza H3N2 A. Questo virus è generalmente associato a sintomi più gravi. Gli ultimi dati dei Centers for Disease Control (CDC) mostrano che proprio la scorsa settimana circa l ‘84% dei virus testati erano virus influenzali A e degli A che erano sottotipizzati, oltre l’ 86% erano H3N2.

Che è solo pura dominanza per una forma molto incisiva del virus. La stagione è iniziata anche all’inizio di quest’anno, il che non aiuta. Con febbraio a partire da questa settimana, siamo ora nel tradizionale momento di punta della stagione, quindi i numeri dovrebbero continuare a salire.

D: Cosa possono fare le persone per proteggersi dall’influenza?

A: Ottenere il vaccino aiuterà, oltre a lavarsi le mani ed evitare le persone che sono già malate. Il CDC raccomanda inoltre di evitare di toccare gli occhi, il naso e la bocca. Prova anche a pulire superfici come scrivanie e tavoli da lavoro.

D: Quanto è efficace il vaccino antinfluenzale e chi dovrebbe averne uno?

A: L’efficacia varia di anno in anno principalmente perché il virus stesso muta rapidamente (in particolare il ceppo H3N2). Non ho ancora visto alcun dato definitivo sull’efficacia del vaccino, ma uno studio fatto durante la stagione influenzale australiana ha indicato che quel vaccino era solo il 10% efficace contro l’H3N2. Sulla base dei dati storici, sarei sorpreso se fosse in realtà così male. L’anno scorso il vaccino è stato stimato essere 34 per cento efficace per H3N2 e 42 per cento per tutti A e B.

Nonostante questi numeri, ci sono altri vantaggi per ottenere il vaccino antinfluenzale. Ad esempio, gli studi hanno dimostrato che le persone con il vaccino antinfluenzale che ancora ottengono l’influenza hanno generalmente sintomi più lievi rispetto a quelli che non hanno ottenuto il vaccino.

Il CDC raccomanda chiunque 6 mesi o più ottenere il vaccino. Il vaccino deve essere ricevuto entro la fine di ottobre. La stagione influenzale varia tradizionalmente dalla 40a settimana (ottobre) alla 20a settimana (maggio) del prossimo anno solare, ma aumenta dopo il nuovo anno.

D: Dove si può andare per ottenere un vaccino antinfluenzale?

A: ASU Health Services sarà felice di darvi un vaccino antinfluenzale. Puoi anche andare dal tuo medico di base o persino dalle farmacie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.